Storia di persone intraprendenti

Tutto ebbe inizio nel lontano 1925 quando Antonio Valente, vissuto in un periodo storicamente difficile e dominato dalla fame, intraprese la strada del commercio per poter sostenere la propria famiglia. Fu un uomo dotato di grande intelligenza che diede vita, a San Giovanni in Fiore (Cs), ad una vera e propria azienda, la Valente, dedita alla produzione di funghi secchi e in salamoia, conservati in botti pregiate di rovere. L'azienda si occupava anche della produzione e conservazione di erbe mediche (camomilla, tiglio e radici di bella donna). Prodotto di eccellenza era l'aranciata trasportata dapprima con il famosissimo Topolino, poi con la Balilla ed infine con la Lancia Astura.

Nel 1965, Marianna Valente, figlia di Antonio, col marito Francesco Paura decidono di aprire un Bar con Paninoteca in via Vallone a San Giovanni in Fiore.

L'anno dopo, il 1966, i due coniugi, sull'onda del successo, decidono di ingrandire la loro attività inaugurando quella che fù la prima Sala Giochi della città e spostando l'esercizio, per ovvie esigenze di spazio, in via Antonio Gramsci, sede ormai divenuta nota per la città.

Gli eredi Paura, sotto la guida della madre Marianna, nel 2006 trasformano in realtà un sogno inseguito da sempre inaugurando un nuovo punto Bar con Centro Scommesse INTRALOT e Sala Slot sempre a San Giovanni in Fiore in via Lese, 40.

La ciliegina dulla torta arriva nel luglio 2013 con l'apertura, nella stessa sede, del Ristorante e Pizzeria da Paura di stile giovane e moderno, ideale per trascorrere una serata in compia, per banchetti e ricevimenti di ogni tipo.